Le montagne della follia, di H.P. Lovecraft (adattato a fumetti da I.N.J. Culbard)

le montagne della follia

Le montagne della follia è un romanzo di H.P. Lovecraft ambientato nella terra d'Antartide. Scritto dal solitario di Providence nel 1931, ottenne la prima pubblicazione soltanto nel 1936, dopo essere stato rifiutato da Weird Tales e da numerosi editori. Lovecraft non riuscì a sostenere la cocente delusione e fu sul punto di porre fine alla sua carriera di scrittore. Eppure, se oggi egli fosse ancora in vita, rimarrebbe positivamente stupito nel constatare il seguito avuto dalla sua opera fra gli amanti del genere horror: le montagne della follia è infatti il testo capostipite di un filone narrativo che ha nel continente antartico la sua ambientazione favorita. Capolavori come la cosa da un altro mondo, sono infatti ispirati all'ambientazione lovecraftiana di "le montagne della follia". Il regista Guillermo Del Toro è inoltre in procinto di realizzare un film ispirato al libro.
All'interno della storia compaiono i riferimenti all'immensa mitologia Lovecraftiana: il Necronomicon, citato più volte come fonte e risorsa autorevole per stimare un'eziologia delle creature incontrate - Gli antichi, gli esseri venuti da lontano e sepolti fra i ghiacciai, Shoggoths e Chtulhu.
Le montagne della follia è disponibile in questa edizione accompagnata dalle illustrazioni di Culbard.

Le montagne della follia, trama completa

Una spedizione di sedici esploratori si trova in Antartide per condurre alcune ricerche. La storia è raccontata in prima persone da uno di loro, il geologo William Dyer. Il gruppo fa una scoperta incredibile: all'interno di una caverna vengono rinvenuti i resti di alcune creature mostruose, simili a raccapriccianti umanoidi anfibi.
Gli esseri, da una prima stima, sembrano essere sepolti in quello stato da milioni di anni e per questo viene dato loro il nome di antichi.
Contemporaneamente alla scoperta, un cane e un uomo di nome Gedney scompaiono senza lasciare tracce. Gli altri cani sembrano provare un astio furioso verso le creature, al punto che se potessero ne dilanierebbero le viscere.
I corpi vengono prelevati e custoditi al campo base. Dyer e un giovane ricercatore di nome Danforth salgono a bordo di un piccolo aereo per esplorare l'area intorno alla caverna. Con loro grande sorpresa, sulle montagne della zona scorgono  le rovine di antiche città abbandonate (?) e sepolte dalla neve. La loro ricerca porta alla luce numerose incisioni, raffiguranti entità dalle  sembianze mostruose simili a quegli antichi già rinvenuti nella caverna e che Danforth, sulla scorta delle sue conoscenze del Necronomicon, è in grado di identificare come i grandi antichi. L'esplorazione dei due uomini porterà a galla raggelanti rivelazioni, ma non è nulla a confronto a ciò che troveranno ad attenderli al campo base...

titolo: le montagne della follia
Autore: H.P. Lovecraft
Genere: Romanzo
Editore: Magic Press

Lascia una risposta