Christine, la macchina infernale, Stephen King, Recensione

christine la macchina infernale

Titolo: Christine. La macchina infernale
Autore: Stephen King
Genere: Romanzo
Editore: Sperling & Kupfler

Christine. La macchina infernale è un romanzo di Stephen King edito da Sperling & Kupfer (collana Super bestseller) nel 2008, 640 pagine.
«Oh mio Dio!» esclamò all'improvviso il mio amico Arnie Cunningham. «Che cosa c'è?» chiesi io. Con gli occhi strabuzzati dietro gli occhiali dalla montatura d'acciaio e una mano premuta sulla bocca, si era voltato per guardare indietro girando il collo, come se fosse montato su cuscinetti a sfera

Christine la macchina infernale, trama

Arnie e Dennis sono amici da sempre. Dennis è il classico ragazzo che piace, di successo, rispettato mentre Arnie è considerato un “secchione”, sempre buoni voti, nessuna ragazza in vista ed una lotta continua con l'acne più due genitori pressanti e pieni di aspettative. Dennis ha preso Arnie sotto la sua ala protettrice, ma più di ogni altra cosa lo fa sentire accettato e compreso. Fino a che non arriva lei: non proprio bella, decisamente naturale, con un fascino inquietante e magnetico. Non è una donna, è Christine una Plymouth Fury del 1958. La macchina è parcheggiata in un giardino fatiscente di un improbabile proprietario: LeBay, un ex militare anziano sboccato. Arnie s'innamora subito di Christine e la compra a discapito del parere di Dennis. I suoi genitori che non accettano il minimo segno d'indipendenza da parte del ragazzo s'infuriano con Arnie e questi, per la prima volta reagisce. A poco a poco Christine assorbe la vita di Arnie, trasformandolo, occupando il suo tempo e facendolo diventare un'altra persona. I bulli giocano un brutto tiro ad un Arnie che Dennis non riconosce più, anche la loro amicizia sta perdendo colpi. In particolare Arnie dovrà fronteggiare Buddy Repperton, un bullo vendicativo che lo vuole conciare per le feste. E poi arriva lei, una ragazza stavolta, Leigh Cabot la nuova della scuola bellissima e popolare che decide di uscire proprio con Arnie, ormai ex nerd. Anche Dennis s'innamora di Leigh, entrambi sono stati abbandonati da Arnie, però vogliono la stessa cosa: salvarlo. Da chi? Da Christine, la macchina ha preso vita è diventata gelosa, vendicativa e tenta di uccidere Leigh in uno strano incidente che si scoprirà essere identico a quello in cui morì la figlia di LeBay. Nel mentre anche LeBay è morto ma la sua anima è ancora legata a Christine. Una serie di misteriose morti ed incidenti si susseguono, Arnie è posseduto da Christine e Christine a sua volta è posseduta da qualche entità maligna. Riusciranno Leigh e Dennis a salvare Arnie prima che sia troppo tardi?

“Christine la macchina infernale” è uno dei romanzi più belli che abbia scritto Stephen King, nonché il mio preferito. A colpire dritto al cuore di chi legge, è la naturalezza con cui King racconta la storia di un'amicizia, di un'amore e di una possessione quasi diabolica. C'è tutto il mondo di King qui dentro: l'adolescenza, la prima macchina, i lavori estivi da quasi adulti, le prime ragazze, il bullismo, il mondo oscuro del paranormale, la paura, i fantasmi. Il terrore pervade tutto il libro: dall'inizio, in cui Dennis sente che c'è qualcosa che non va in quel rottame di macchina che sembra ripararsi da sola dopo aver trovato Arnie fino alle ultime pagine di cui non vi dirò nulla. Proprio da queste ultime pagine si potrebbe sperare in un seguito che per ora non c'è stato e che forse non ci sarà. Ottimo libro, ottima storia ed ottima narrazione. Consigliato soprattutto come primo libro per chi vuole avvicinarsi a King, a chi è in cerca di un libro epocale di quelli difficili da scordare. Ultimo consiglio: leggete il libro e lasciate perdere l'omonimo film di Carpenter.

Lascia una risposta